17 dicembre 2010

Installazione di RKWard su Windows

RKWard è un progetto molto curato in ambiente Linux, mentre è dichiaratamente un "progetto giovane" in ambiente Windows, con diversi bug legati soprattutto alle interfacce di selezione dei file e al download "interattivo" di file da internet (tipicamente, l'installazione di una libreria).
Tra le GUI che conosco è quella che, forse, si presenta con la migliore "veste grafica". 
Le maschere di dialogo con cui si interagisce sono perfettamente analoghe a software come SPSS o STATISTICA, in cui si seleziona il dataset di input, le variabili e le varie opzioni in base all'output che si vuole ottenere (...con questo non voglio dire che si tratta di strumenti equivalenti...). Ad esempio, questo è il menu per le statistiche descrittive:


L'output che si ottiene, inoltre, è analogo, ad esempio, a quanto si ottiene in SPSS, ossia un insieme di risultati in formato "report" (il tutto altamente personalizzabile). 

Per quanto riguarda l'installazione, che spesso è l'aspetto che blocca molti utenti (non molto esperti, in ambiente windows) nell'utilizzo di uno strumento software, nella pagina ufficiale si suggerisce il download di un "semplice" file .exe, così come avviene, in generale, in Windows.

Diversamente da quanto suggerito in tali pagine, io consiglio l'installazione personalizzata (della quale, comunque, se ne parla sempre nella pagina ufficiale). Quanto riporto di seguito, quindi, è consigliabile per chi dispone già di una versione di R installata sulla propria macchina. Preciso, inoltre, che ci riferiamo a Windows - 32 bit (XP, vista o 7).
Quindi, la prima cosa da fare è il download di:
Nello stesso ordine appena riportato, installate queste componenti.
Per quanto riguarda KDE, scegliete le impostazioni riportate negli screenshot qui di seguito (che dovrebbero presentarsi nello stesso ordine):

il complier mode è MinGW4


qui ho scelto il server ftp.unina.it







scegliere kdebase-workspace


A questo punto verranno scaricate una serie di pacchetti necessari al funzionamento corretto e sarà necessario un po' di tempo. Evidenzio che la seguente procedura prevede un'installazione su una macchina connessa ad internet!
Successivamente, si passerà all'installazione di RKWard. Si presenteranno due finestre in cui scegliere le directory di installazione di R e KDE (installato precedentemente). Se state usando questa "guida", immagino (e, in caso non sia così, consiglio) che abbiate una macchina con installazioni "standard" dei vari software che utilizzate. Quindi, la directory di riferimento sarà sempre quella in cui sono installati i programmi.
Ad esempio, nella maschera successiva ho selezionato la directory in cui è installato R: 



Analogamente, sceglierò quella in cui è installato KDE:


Al termine di questi step (se tutto è andato a buon fine) l'avvio di RKWard avviene diversamente da quanto siamo abituati con un generico "software" in Windows. Nella classica cartella "Programmi", infatti, non sarà disponibile la relativa directory.
Per il suo avvio, infatti, sarà necessario cliccare sul file rkward.bat che, se avete effettuato l'installazione in linea con quanto precedentemente indicato, sarà presente nella directory "\KDE\bin". Ad esempio, nella mia installazione su Vista, questa è la directory: